Ieri l’alluvione, oggi l’Unesco

Siamo partiti da Alba  per proseguire prima a Pollenzo e poi Clavesana. Siamo andati a Garessio passando da Bagnasco. Siamo tornati indietro verso Santo Stefano Belbo e Canelli e ancora Asti e Alessandria. Siamo arrivati a Ceva ed infine a Bastia. Abbiamo visto tutti i 150 km alluvionati, un viaggio durato 6 mesi dove abbiamo parlato e discusso con gli abitanti, con chi ha vissuto e con chi ha ancora paura. Oggi molti di questi luoghi sono patrimonio dall’Unesco. Il lavoro da fare è ancora molto, vivere accanto ad un fiume non è mai semplice. Sono state fatte molte opere per mettere in sicurezza l’asta del Tanaro ma l’opera più importante dovranno farla i cittadini trovando la giusta simbiosi con l’acqua e la terra, che non si trasformino più in fango ma che diano ancora più splendore a questo meraviglioso ambiente. acqua e terra 52 min

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...