Acqua che mangia la Terra. Nel 2014 come nel 1994

Acqua che mangia la Terra. Nel 2014 come nel 1994

La caduta del muro di cinta di Volterra è dovuta alle condizioni meteo eccezionali ma è pur vero che la salvaguardia del territorio e la sua conseguente protezione è sempre più messa in disparte. Quello che è successo a Volterra, solo per prendere un esempio eclatante di questo 31 gennaio 2014, successe anche nell’alluvione del 1994 in Piemonte.

Perché oltre ai fiumi che esondarono, allagarono paesi e città, portando in centinaia di case fango, liquami, detriti…purtroppo anche morti…in quei terribili giorni si capì anche che le Langhe, il Roero, il Monferrato sono territori fragilissimi e da sempre le piogge copiose hanno creato frane e smottamenti ma quello che è successo in quel lontano 1994 deve farci ricordare ogni giorno che i nostri luoghi sono da tutelare e i primi a prendercene cura dobbiamo essere noi stessi…solo in seconda battuta, dovrà essere chiamata in causa la politica. Siamo noi i primi a dover curare la nostra terra così come facevano i nostri nonni.

Annunci

5 novembre 1994, Il Tanaro infuriato

5 novembre 1994, Il Tanaro infuriato

E’ una foto tratta da uno dei tanti video amatoriali che stiamo raccogliendo in tutto il sud Piemonte per raccontare la devastante alluvione del 1994, siamo nel primo pomeriggio del 5 novembre. Tra Farigliano e Monchiero, a pochi km da Alba, il Tanaro è talmente potente che porterà via anche la strada ferrata della Bra-Ceva, tratta che da allora non verrà mai più ripristinata

L’alluvione del 1994 ad Alessandria

L'alluvione del 1994 ad Alessandria

Alessandria fu uno dei centri più colpiti dall’alluvione del 1994. La foto, tratta da uno dei video inediti che faranno parte del documentario, rappresenta il Tiro a Segno, impressionante di come l’acqua sia arrivata a lambire il tetto dell’edificio, a 4 metri dal suolo. Proprio sotto il cornicione si vede la differente colorazione che segna il punto limite di dove l’acqua arrivò. Questa e altre storie faranno parte del doc “Acqua e Terra”

50 anni di alluvioni in Italia

50 anni di alluvioni in Italia

Dal 1963 al 2012 sono state 1580 le vittime di Inondazioni di cui 692 morti, 805 feriti e 66 dispersi.

Dal 1956 al 2010 il consumo del territorio ha avuto un incremento del 156% contro un +24% della popolazione italiana.

La stima dei danni da alluvioni dal 1944 al 2012 è di 62 miliardi di euro.

Noi, a 20 anni di distanza, racconteremo la più grande alluvione contemporanea, quella del 1994 nel sud Piemonte.

Quel giorno fiumi e torrenti parlarono. L’alluvione del 1994

Il 5-6 novembre del 1994 il fiume Tanaro, dopo giorni di pioggia copiosa, inonda gran parte dei suoi territori. Da Garessio fino ad Alessandria passando per Alba e Asti, un fiume di fango distrugge tutto ciò che incontra. Si conteranno 70 morti e più di 2000 sfollati, Il più grande e drammatico disastro naturale del sud Piemonte.

A 20 anni dalla tragica alluvione del 1994 Stuffilm ripercorre con un documentario i drammatici giorni che sconvolsero le province di Cuneo, Asti e Alessandria.

I protagonisti dell’epoca ci raccontano attraverso i lori ricordi tutto ciò che hanno vissuto e visto, la forza di un fiume che fino a quel momento era sempre stato benevolo. La storia di un disastro naturale imprevisto e che ha sconvolto uno dei territori più produttivi d’Italia. In poche ore vennero spazzati via strade, ponti, ferrovie, case. Gli amministratori locali che dovettero fronteggiare un’emergenza mai provata, la storia di migliaia di volontari venuti da ogni parte d’Italia per liberare le città dal fango, la prima grande prova per la Protezione Civile che da pochi anni era stata ammodernata per essere pronta ad eventi così catastrofici. Il documentario, a 20 anni di distanza, racconterà i fatti di quei giorni, le tensioni, le paure, le speranze, Ma questo film è anche il giusto tributo per tutte quelle persone che con orgoglio ripartirono senza perdersi d’animo, nonostante tutto.